Chi sono

 

Mi chiamo Leo Goretti, sono un editor, ricercatore ed ex “cervello in fuga” con esperienze di studio e lavoro in Italia, Germania e Gran Bretagna. 

 

Originario di Arezzo, nel cuore della Toscana, sin da ragazzo ho maturato una grande passione per il mondo dei libri, al punto da partecipare come giurato nazionale alla XL edizione del Premio Bancarellino. 

 

Dopo la Laurea triennale in Storia e quella specialistica in Storia contemporanea – entrambe conseguite col massimo dei voti, la lode, e nei tempi – ho proseguito la mia attività di ricerca all’estero: prima in Germania, come borsista DAAD presso la Friedrich-Ebert Stiftung di Bonn; e quindi in Inghilterra, dove ho ottenuto un PhD (dottorato di ricerca) in Italian Studies presso la University of Reading. 

 

Sin dai primi anni di università, ho iniziato a pubblicare saggi e articoli di storia. Dalla mia tesi di laurea specialistica, vincitrice del Premio Daniel Granger, è stata tratta la monografia I neri bianchi. Mezzadri di Greve in Chianti tra lotte sindacali e fuga dalle campagne. Odradek, 2008. Il mio articolo ‘Truman’s Bombs and De Gasperi’s Hooked Nose’ ha ricevuto il Christopher Seton-Watson Memorial Prize per il miglior articolo pubblicato sulla rivista Modern Italy nel 2011. 

 

Nel corso della mia carriera accademica ho ottenuto diverse borse e fondi di ricerca, ad esempio dal Deutscher Akademischer Austauschdienst (DAAD), dall'Arts and Humanities Research Council (AHRC), dalla Royal Historical Society e dalla Economic History Society.

 

Una volta conseguito il dottorato di ricerca, ho intrapreso una carriera nel mondo dell’editoria, lavorando in un primo momento come Marketing Intern presso Verso Books a Londra, e quindi come Assistant Development Editor presso Palgrave Macmillan, una delle aziende leader a livello globale nell’ambito dell’editoria accademica. Nel periodo trascorso con Palgrave, mi sono occupato dello sviluppo di libri di testo per l’università, supportando gli autori nelle varie fasi del processo editoriale e contribuendo alla creazione di una varietà di risorse didattiche multimediali.

 

Queste esperienze mi hanno consentito di sviluppare un profilo professionale fuori dal comune, che combina  l’attenzione al dettaglio dell’editor, la passione per la ricerca dello studioso, e la propensione internazionale maturata negli anni trascorsi all’estero, facendo di GorettEdit la soluzione ideale per quei ricercatori che vorrebbero proiettare il proprio lavoro al di fuori dei vecchi confini nazionali. 

 

leogoretticvita_1.pdf
Clicca qui per scaricare il curriculum completo di Leo


 Clienti

 

Tra i clienti per cui ho avuto modo di lavorare ci sono, oltre a numerosi privati:


Palgrave Macmillan


C&T Crossmedia


Passato e presente. Rivista di storia contemporanea


Comune di Terranuova Bracciolini 

Leo Goretti

Dicono di me

 

"Leo was one of the most diligent, professional and thorough PhDs I have supervised." (Professor Christopher Duggan, University of Reading)

 

"Leo is a first-rate historian and researcher. His study of Communist youth in the period after the second world war is an important contribution to serious scholarship." (Professor Matthew Worley, University of Reading)

 

"Dr Goretti is one of the most gifted young scholars of his generation and certainly in the top 1% amongst the postgraduate students I have had the pleasure to advise." (Dr Daniela La Penna, University of Reading)


"Leo ha un profilo unico che combina alla perfezione la professionalità di editor con la formazione da accademico. I suoi tempi di lavoro rapidi e l'apporto sostanziale ed efficace che è sempre in grado di fornirmi lo rendono un riferimento fondamentale per il mio lavoro di scrittura" (F. Viviana Tagliaferri, Research Fellow, King's College London)


 

Libri su cui ho lavorato 


Paul Beynon-Davies, Business Information Systems, 2nd edition. Palgrave Macmillan, 2013;


Thijs ten Raa, Microeconomics: Equilibrium and Efficiency. Palgrave Macmillan, 2013;


David Whiteley, An Introduction to Information Systems. Palgrave Macmillan, 2013.